Incentivare la democrazia diretta

 


Nell’autunno del 2001, nel cuore delle polemiche suscitate in città dalla decisione dell’Amministrazione comunale di non accogliere la proposta di svolgere un referendum su alcune parti del progetto di ristrutturazione delle terme cittadine, la Fabbrica del Tempo in collaborazione con l’Iniziativa per Più Democrazia, ha organizzato un dibattito sull’istituto del referendum comunale con la partecipazione di esperti provenienti da tre differenti realtà giuridico-istituzionali: Italia, Germania e Svizzera. La riappropriazione della sovranità, si è detto, da parte della collettività è sicuramente da considerarsi un fattore in grado di correggere le spesso evidenti disfunzioni della democrazia rappresentativa, ma necessita – al contempo – di un elevato grado di responsabilità da parte del cittadino per essere funzionale ad una reale crescita della società civile.